Home Sport "Vela senza barriere", un progetto inclusivo a San Benedetto del Tronto

“Vela senza barriere”, un progetto inclusivo a San Benedetto del Tronto

La regata Interzonale Adriatico della classe velica O’pen Skiff è stata la cornice ideale per la presentazione pubblica di due imbarcazioni HANSA riservate alla pratica sportiva della vela per ragazzi e ragazze diversamente abili. Il duplice evento organizzato dalla locale sezione della LNI, si è tenuto nel suggestivo scenario della darsena turistica all’interno dell’area portuale alla presenza di numerosi rappresentanti del mondo associativo e delle istituzioni civili del territorio.

La manifestazione si è avvalsa della collaborazione della sezione di Giulianova, rappresentata da Marco Antognozzi e s’inserisce nel percorso, da tempo intrapreso, di inclusione e valorizzazione della componente più fragile e disagiata delle giovani generazioni con l’obiettivo di soddisfare il loro bisogno, spesso inaccessibile, di svolgere un’attività sportiva in mare. Sulle due imbarcazioni hanno preso posto rispettivamente Alessandro Massi, giovanissimo skipper della LNI e Iwan Piccioni atleta diversamente abile in forza alla LNI di Giulianova. Le splendide barche hanno regalato al numeroso pubblico assiepato sulla banchina una suggestiva dimostrazione delle proprie caratteristiche di elevata sicurezza e manovrabilità.

Come ribadito più volte nel corso della giornata il progetto solidale “VELA SENZA BARRIERE” è stato reso possibile grazie al sostegno e alla sensibilità dimostrate da alcuni soggetti pubblici e privati. Tra questi erano presenti all’evento Luigi Contisciani Presidente del BIM TRONTO, Cinzia Campanelli Assessore allo Sport del comune di San Benedetto del Tronto, Laura Cennini Vicepresidente Lions Club e Andrea Traini del Leo Club di Ascoli Piceno, Eleonora Colagiacomi Vasquez presidente di Magesta Onlus, organizzazione di volontariato attiva nel settore del turismo inclusivo. La Magesta è anche l’associazione che si è assunto l’onere della progettazione, realizzazione e gestione della gruetta solleva persone per rendere possibile l’imbarco e lo sbarco delle persone diversamente abili e/o con mobilità ridotta.

Ospite d’onore della manifestazione è stato Daniele Malavolta, presidente dell’Associazione “Liberi nel Vento” di Porto San Giorgio, circolo velico che nell’arco di un ventennio circa ha avviato centinaia di ragazzi e ragazze diversamente abili alla pratica sportiva della vela paralimpica.

“La regata interzonale organizzata dalla Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto” – ha dichiarato Laura Cennini – “ è l’occasione per rivedere in acqua anche l’HANSA 303, la deriva porta bandiera di un progetto di inclusione sportiva nel mondo della vela. Siamo felici di aver contribuito, insieme ad altre associazioni ed enti, alla realizzazione di questo progetto, che aiuta la formazione di una cultura dell’accessibilità e dell’inclusione all’interno del nostro territorio, che amplia gli orizzonti dello sport”.

Più recenti

Recanati, presentato il programma di “Lunaria 2022”

“Lunaria”, ideata e artisticamente curata da Musicultura, è la manifestazione che dopo venticinque anni di vita, oltre cento ospiti sul palco e tante serate...

Lido Tre Archi: campionato regionale di skateboard junior e senior

Appuntamento domenica 15 maggio allo Strike Skatepark di Lido Tre Archi, dalle ore 11.00, con il campionato regionale di skateboard junior e senior maschile...

Missione Unimc in Albania: allo studio, un doppio titolo in storia e archeologia

Si è appena conclusa un'intensa settimana di missione in Albania per l’Università di Macerata nell’ambito di un progetto di mobilità Erasmus+ per i paesi...

“Vela senza barriere”, un progetto inclusivo a San Benedetto del Tronto

La regata Interzonale Adriatico della classe velica O’pen Skiff è stata la cornice ideale per la presentazione pubblica di due imbarcazioni HANSA riservate alla...