Home News Villa Potenza: Novità per l’area archeologica Helvia Recina

Villa Potenza: Novità per l’area archeologica Helvia Recina

Un rapporto di collaborazione tra Comune, Macerata Musei, Pro Loco di Villa Potenza e da quest’anno l’Associazione Banca Macerata Rugby asd, insieme per la valorizzazione dell’area archeologica di Helvia Recina e la fruizione del sito che è nella rete dei musei civici del Comune di Macerata.

Fruizione e valorizzazione del sito

Il Comune di Macerata già da tempo promuove, con il coinvolgimento di diverse realtà dell’associazionismo locale e in collaborazione con il MIBACT e con la Soprintendenza Archeologica per le Marche, iniziative finalizzate alla fruizione e valorizzazione del Teatro romano “Helvia Recina”  e allo stesso tempo valorizza il ruolo della comunità nella cura del patrimonio culturale nello spirito della Convenzione di Faro (2005), la convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore del patrimonio culturale per la società sottoscritta dall’Italia nel 2013, con la quale nel riconoscere il diritto all’eredità culturale come responsabilità individuale e collettiva si impegna a “promuovere azioni per migliorare l’accesso al patrimonio culturale, in particolare per i giovani e le persone svantaggiate, al fine di aumentare la consapevolezza sul suo valore, sulla necessità di conservarlo e preservarlo e sui benefici che ne possono derivare” (art. 12).

Collaborazione con la Pro Loco Villa Potenza e Macerata Rugby

In particolare la collaborazione con la Pro Loco di Villa Potenza e il Macerata Rugby, che  hanno la propria sede nelle vicinanze del sito,  è regolata da un’apposita convenzione appena firmata dalle parti interessate e riguarda le attività legate all’apertura del teatro e alla valorizzazione del sito, e arricchisce l’offerta museale. Sarà un’occasione anche per promuovere il turismo sportivo con le famiglie e i tifosi degli atleti del rugby che si ritrovano per le attività e i campionati sportivo nel campo di rugby adiacente al sito archeologico.

Convenzione con Unimc

La collaborazione con le realtà associative completa il progetto di valorizzazione del sito archeologico che vede anche la convezione del Comune con l’Università di Macerata per l’apporto scientifico dello studio e della ricerca coordinato dal professore Roberto Perna, docente Unimc e anche consigliere di amministrazione dell’Istituzione Macerata Cultura. Una proficua sinergia che vede la città lavorare insieme per la tutela e la valorizzazione del proprio patrimonio culturale. (lb)

Più recenti

Sabato 26 e domenica 27 la due giorni del Conero, evento auto d’epoca per il CAEM/Scarfiotti

La manifestazione, giunta alla sua 25^ edizione, raccoglie sempre grande partecipazione e consensi. Sabato e domenica prossimi si effettuerà l’attesa “Due Giorni del Conero” manifestazione...

Volley A3M: Un mese di preparazione per la Videx, il focus con Francesco Pison

Il 24 agosto scorso la Videx tornava finalmente in campo per preparare la nuova stagione. Svariate le incognite e le insidie di fronte ad...

Macerata: Atto ufficiale di nomina a sindaco per Sandro Parcaroli

Un lungo applauso ha accompagnato in sala Giunta la proclamazione ufficiale a sindaco di Sandro Parcaroli uscito vittorioso dalle elezioni del 20 e 21 settembre...

La VI edizione del PHD Studies dell’università di Urbino ospita Stiglitz

Prende il via oggi la IV edizione del Phd in Global Studies dell’Università di Urbino diretto dal professor Antonello Zanfei. Si parte con i...