Home News Pergolesi Spontini festival al via domenica. Il programma

Pergolesi Spontini festival al via domenica. Il programma

Partirà domenica a Jesi la XXI edizione del Pergolesi Spontini festival. L’esibizione d’apertura sarà quella del pianista Stefano Bollani, che si esibirà in piazza Federico II, accompagnato dal contrabbasso di Gabriele Evangelista e dalla batteria di Bernardo Guerra, in un concerto dove un importante elemento sarà l’improvvisazione, possibile attraverso la grande sintonia che corre fra i tre musicisti.

La sera seguente invece, nella stessa location, andrà in scena il duo del trombettista Paolo Fresu e il bandoneonista Daniele Di Bonventura, in un’esibizione che spazierà nel racconto di poesia e intimismo. Domenica 29 spazio al Time machine ensemble, organico di giovani musicisti nato nell’estate del 2019 da una selezione dei migliori talenti italiani usciti dai conservatori, con l’obiettivo di progetti di riscoperta di grandi autori del passato da declinare nella musica di oggi.

Il festival della fondazione non prevede solo musica: fra i moltissimi eventi che avranno luogo fino al 2 ottobre, troveranno spazio anche omaggi a Dante Alighieri. Al teatro Pergolesi il 4 e il 22 settembre saranno dedicati al sommo poeta. Il 4 Giorgio Colangeli si cimenterà con la lettura di alcuni canti della Commedia affiancato dalla giovane ma già affermata violoncellista Francesca Dego. Il 22 poi toccherà a ”Dante in musica”, opera musicale in cui si alterneranno brani cantati e parti in prosa. Anche i più piccoli potranno divertirsi nell’arco del festival: due cacce al tesoro a tema musicale all’interno di percorsi strutturati nei centri storici porterà i bambini, domenica 5 settembre a Jesi e domenica 26 a Maiolati Spontini, sulle tracce di Gaspare Spontini.

Food and wine musicale sarà invece l’appuntamento di venerdì 10 settembre: alla sala del lampadario del circolo cittadino jesino, “Zuppa di sasso”, una storia ispirata ad un’antica fiaba europea, impreziosita dalla musiche di Federico Biscione. La cena sarà a cura de “Il ristorantino”. Il pomeriggio successivo sarà il turno, al teatro Pergolesi, della Playtoy orchestra, unica orchestra al mondo che suona strumenti giocattolo e giochi che emettono suoni. L’orchestra si esibirà in colonne sonore di grandi film e jingles pubblicitari di successo accanto alle note di alcuni dei più brillanti compositori classici come Rossini e Mozart.

Sempre l’11, in serata, a Maiolati Spontini, rivisitazioni di alcuni inediti da parte di Federico Agostinelli del grande compositore Gaspare Spontini, anche in vista dei 240 anni che ricorreranno dalla sua nascita nel 2024. Domenica 12 sarà la volta, tornando al Pergolesi di Jesi, del concerto di Simone Cristicchi, in una serata a cavallo fra canzone e teatro. Il 17 settembre, sempre al teatro jesino, spettacolo di danza dei ballerini della E.sperimenti dance company, che prenderà le mosse dall’esperienza del lockdown dello scorso anno.

Sabato 18, “La magnifica storia del corno da caccia” vuole valorizzare una tradizione musicale, quella del corno, riconosciuta dall’Unesco: un excursus storico musicale sulla pratica dello strumento. Domenica 19 “Il viaggio armonico”, con il violino di Alessandro Ciccolini e il clavicembalo di Francesco Baroni, farà scoprire al pubblico come alcuni violinisti erranti del XVIII secolo conquistarono le corti europee esibendosi in mirabolanti concerti.

Giovedì 23 settembre “Beethoven celebration”, con i Piano trio Larisa e Sphera e lo String quartet Viride. Alle 20 di venerdì 24 “Boccaccio delivery”, spettacolo a tema vino, con cena, dedicato alla seconda novella della sesta giornata del Decameron.

Sabato 25 alle ore 21, al tetro Pergolesi, concerto di Pietro De Maria. Il pianista ha, fra l’altro, inciso l’opera completa del grande compositore polacco Frèdèric Chopin.

Alle 21 di domenica 26 “Il quaderno di Sonia”, dialogo in musica tra Sonia Bergamasco e Fabrizio De Rossi Re. L’1 e il 2 ottobre chiuderanno il festival uno spettacolo di teatro e danza della compagnia OperaH, gruppo di persone diversamente abili che, con le suggestioni offerte dalle opere di Pergolesi e Menotti, si esprimeranno in una performance originale. Il 2 ottobre gran concerto di chiusura con l’orchestra della scuola Pergolesi diretta dal maestro Stefano Campolucci.

Per ulteriori info, visitare www.fondazionepergolesispontini.com.

  • ,

Più recenti

Overtime Festival, i colori dello sport al centro dell’undicesima edizione

Dal 6 al 10 ottobre Macerata ospiterà la rassegna nazionale del racconto, dell’etica e del giornalismo sportivo. Confermati tra gli ospiti firme del giornalismo...

Volley A3M: Videx, con Fano un buon test. Minnoni: “Con pazienza raggiungeremo i nostri obiettivi”

Ancora presto per chiamarle “prove generali” ma un primo assaggio di campionato la Videx lo ha offerto nel tardo pomeriggio di venerdì sul parquet...

A Macerata torna Il Barattolo

Tonano domenica 12 settembre a Macerata le bancarelle de Il Barattolo. Si potranno acquistare articoli di artigianato artistico, collezionismo, piccolo antiquariato, hobbistica e modernariato....

Artemigrante a Macerata tra acrobazie ed esibizioni

Entra nel vivo da stasera a Macerata “Artemigrante”, festival degli artisti di strada giunto alla XXII edizione, organizzato dall’associazione I Benandanti con il patrocinio...