Home Eventi Spettacoli I Subsonica riempiono Piazza Leopardi con energia, luci e il loro sound...

I Subsonica riempiono Piazza Leopardi con energia, luci e il loro sound unico

Piazza Leopardi piena di trentenni, quarantenni e cinquantenni. Il pubblico, anagraficamente parlando dei Subsonica. Alle 21.30 puntuale inizia lo show, prima con la presentazione della nuova edizione di Lunaria che quest’anno avrà tre date e poi, ecco arrivare la band di Torino, protagonista della scena nazionale musicale da oltre un quarto di secolo.

Il palco e lo spettacolo di luci è degno di uno show internazionale come quello di Steve Vai a Macerata che abbiamo potuto apprezzare soltanto qualche settimana fa e poi ovviamente c’è il loro sound unico: rock, disco, pop, reggae e la lista dei generi potrebbe andare avanti a lungo e dunque meglio parlare di crossover genericamente per comprendersi senza troppi patemi d’animo.

A reggere la potenza sonora del gruppo è soprattutto Ninja il batterista che picchia sui tamburi come se fosse ancora il 1996, anno di nascita della band, mentre Samuel alla voce ha il suo solito timbro di voce ed anche per lui sembra che gli anni non passano.

Ovviamente come non citare il tastierista Boosta con la sua postazione “mobile” e davvero sui generis con Max Casacci alla chitarra e Vicio al basso che completano la formazione ed il sound sempre puntuale e capace di passare dal rock più duro alla disco senza di colpo ferire.

Il tour del 2022 è soprattutto un omaggio ai primi venti anni di “Amorematico”, il loro terzo album pubblicato l’11 gennaio 2002. Ma nella scaletta di circa 100 minuti c’è spazio anche per due cover techno pure, una di Benny Benassi (l’indimenticabile Satisfaction), l’altra un accenno all’altro re della disco nostrana Gigi D’Agostino. Tra le cover ovviamente non poteva mancare neppure la “classica” Up Patriots to Arms di Franco Battiato, indubbiamente uno dei momenti più intensi dell’intera serata.

Il pubbilco che riempe la piazza si muove, si scatena, si diverte nel modo giusto e l’energia che si respira è davvero piacevole. Dunque un peccato dover salutare la band dopo circa 100 minuti di spettacolo e soprattutto senza aver assaporato in scaletta Discolabirinto che siamo certi avrebbe scatenato un positivo pandemonio nella piazza dedicata all’illustre poeta.

L’unica altra nota stonata della bellissima serata organizzata in modo certosino, è stato il prezzo SPECIALE del parcheggio coperto di Recanati che tramite ascensore si collega al centro. Davvero poco ospitale quasi raddoppiare il prezzo orario (da 1.20 a 2 euro e comunicato quando si è già all’ingresso con un foglietto scritto con caratteri tutt’altro che cubitali…) proprio per la serata del concerto ed una scelta che va completamente controcorrente al prezzo positivamente popolare (15 euro) di ingresso per il live dei Subsonica.

Più recenti

Nuova Stagione per 4 Ristoranti – Quando arriverà il momento di Macerata?

Cominciata la nuova stagione da Domenica 27 novembre di 4 Ristoranti, l'oramai storica trasmissione Sky e TV8 che va in lungo e largo per...

L’ultima indagine del commissario Montalbano con Giovanni Moschella e Cinzia Pennesi al Politeama

Al Politeama l’ultimo romanzo di Andrea Camilleri mai visto in televisione. Giovanni Moschella con Cinzia Pennesi al pianoforte farà rivivere sul palcoscenico un inedito Commissario...

Volley A1F: la CBF Balducci HR si prepara all’incontro con il Volley Bergamo 1991

Torna al lavoro la CBF Balducci HR al Banca Macerata Forum, dopo due meritati giorni di riposo in seguito al tour de force che ha...

Elisabeth Nielsen, la straordinaria pianista danese, in concerto al Politeama

Elisabeth Nielsen è una talentuosa pianista danese, vincitrice di numerosi premi in prestigiosi concorsi internazionali.  In occasione del Master Piano Festival sarà protagonista al...