Home Attualità 18 Marzo Giornata mondiale del sonno, consigli ed alberghi dedicati

18 Marzo Giornata mondiale del sonno, consigli ed alberghi dedicati

La giornata mondiale del sonno è un evento annuale che cade prima dell’equinozio di primavera, quest’anno si celebra oggi venerdì 18 Marzo. Questa ricorrenza ha l’obiettivo di sensibilizzare le persone sui danni che una carenza di sonno cronica può portare. In quest’epoca in cui il tempo scorre sempre più velocemente il sonno viene trascurato in favore di attività ludiche come uscire la sera e fare tardi, oppure perché viene in parte associato all’idea di perdere tempo mentre si potrebbe essere produttivi o dedicarsi ad altre attività. E’vero invece il contrario, poiché il sonno serve per “ripulire” il corpo e la mente e, nel frattempo, ricaricarle entrambe.

Molti sono i fattori che ne compromettono il buon funzionamento: i ritmi di vita sempre più frenetici, l’aumento del numero di impegni nella vita adulta e, non meno importanti, gli eventi degli ultimi anni hanno sicuramente contribuito ad alterare i ritmi di sonno e veglia in una buona fetta della popolazione. Ora, però, qui vogliamo darvi dei consigli per migliorare la qualità del sonno in una persona adulta come elaborato dalla World Sleep Society:

  • Stabilire un orario per andare a dormire e per svegliarsi
  • Non superare i 45 minuti di sonno diurno
  • Evitare l’eccessiva ingestione di alcol 4 ore prima di coricarsi e non fumare
  • Evita la caffeina preferibilmente 6 ore prima di andare a dormire. Questo include caffè, tè e molte bibite, oltre al cioccolato
  • Evitare cibi pesanti, piccanti o zuccherati preferibilmente 4 ore prima di andare a dormire. È accettabile uno spuntino leggero prima di coricarsi
  • Esercitarsi regolarmente, ma non subito prima di andare a letto
  • Usare una biancheria da letto comoda e invitante
  • Trovare un’impostazione confortevole della temperatura durante il sonno e mantenere la stanza ben ventilata
  • Bloccare tutti i rumori fastidiosi ed eliminare quanta più luce possibile
  • Riservare il letto per dormire e fare sesso, evitandone l’uso per lavoro o svago generale

Non bisogna dimenticare che una buona, o cattiva, qualità del sonno influisce sulla nostra fame: chi dorme poco tende ad avere livelli più alti di grelina (l’ormone che stimola l’appetito), e più bassi di leptina (che ci fa sentire sazi). Una buona notte di sonno ristoratore permette al corpo di regolare la produzione di questi due ormoni, bilanciando l’appetito e la sazietà.

Alberghi e esperienze dedicate al sonno

La realtà del turismo e del benessere in generale ha colto nella ricerca del buon riposo un’opportunità e ne ha fatto un business offrendo in giro per il mondo una serie di strutture dedicate a diverse esperienze di sonno: da quello a basse temperature sulle Dolomiti in Italia, a quello riposante a Coimbra dove un’azienda di materassi ha realizzato lo Hastens Sleep Spa, un hotel completamente dedicato al buon sonno oppure in Giordania per un’esperienza “marziana”di lusso nel nel deserto del Wadi Rum.

Per voi abbiamo trovato delle piccole “esperienze” del riposo marchigiane di cui i lettori si ricorderanno in un nostro precedente articolo con il centro Wasabiculture di San Ginesio (MC), Ortopi Country Canapa House di Porto Recanati (MC) e una new entry per l’ascolano con Il rifugio dei Marsi a Roccafluvione (AP )con vere e proprie botti in legno di larice dove dormire ed ammirare il panorama del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Più recenti

Recanati, presentato il programma di “Lunaria 2022”

“Lunaria”, ideata e artisticamente curata da Musicultura, è la manifestazione che dopo venticinque anni di vita, oltre cento ospiti sul palco e tante serate...

Lido Tre Archi: campionato regionale di skateboard junior e senior

Appuntamento domenica 15 maggio allo Strike Skatepark di Lido Tre Archi, dalle ore 11.00, con il campionato regionale di skateboard junior e senior maschile...

Missione Unimc in Albania: allo studio, un doppio titolo in storia e archeologia

Si è appena conclusa un'intensa settimana di missione in Albania per l’Università di Macerata nell’ambito di un progetto di mobilità Erasmus+ per i paesi...

“Vela senza barriere”, un progetto inclusivo a San Benedetto del Tronto

La regata Interzonale Adriatico della classe velica O’pen Skiff è stata la cornice ideale per la presentazione pubblica di due imbarcazioni HANSA riservate alla...