Home Attualità CheMagazine!: il caso editoriale partito da Macerata

CheMagazine!: il caso editoriale partito da Macerata

È stata un “caso editoriale: la prima rivista digitale di un festival operistico. Accade a Macerata con CheMagazine!, progetto editoriale nato 16 anni fa e che dallo scorso anno, per le disposizioni per il contenimento del contagio, è diventato totalmente digitale.

Rivista ufficiale del Macerata Opera Festival, è ora online con il nuovo numero: si trova sul sito https://www.sferisterio.it/che-magazine, sui materiali promozionali del Festival e inoltre viene inviato via mail a tutti i possessori di biglietto insieme alle indicazioni e alle procedure di entrata allArena maceratese.

Il Macerata Opera Festival, tra i più importanti festival operistici italiani e tra i cinque finalisti per lOpera Award, è così il primo ad accogliere il suo pubblico con un nuovo strumento di comunicazione multimediale, ideato e prodotto dal giornalista Carlo Scheggia che, allo Sferisterio ha lavorato per 12 anni. Una rivista pensata per raccontare il Festival e i suoi protagonisti, attraverso contenuti unici, curiosità, storie delle opere e interviste esclusive.

Un magazine interattivo gratuito che permette, durante la consultazione, di cliccare i link ed essere indirizzati a contenuti extra, fuori dal magazine stesso: siti, video, interviste, form di prenotazione per gli spettacoli, tutto quello che il formato cartaceo non poteva avere. E soprattutto degli aggiornamenti costanti che permettono dei rilasci sempre più ricchi di contenuti. Una rivista che non si avvale di finanziamenti pubblici ma si autosostiene grazie a sponsor privati che acquistano spazi pubblicitari.

Questa collaborazione con il Macerata Opera Festival è per me straordinaria afferma Carlo Scheggia perché lo Sferisterio è un luogo che amo e dove ho potuto anche lavorare con soddisfazione a livello professionale. Oggi continuo a dare il mio contributo alla stagione lirica, non più come ufficio stampa, ma attraverso CheMagazine!, un potentissimo canale di comunicazione, formato smart, di facile lettura ma di sicura presa. In questa esperienza non sono solo: sono affiancato da colleghe e colleghi giornalisti, specializzati nel settore culturale. Indispensabile lottimo rapporto con lufficio stampa del Festival e tutto lo staff del marketing con cui realizziamo e sviluppiamo insieme i contenuti di questo progetto. Inoltre per il Macerata Opera Festival quest’anno ho realizzato i contenuti della mostra Manifestival, allestita nel corridoio innocenziano dello Sferisterio e visitabile fino al 31 agosto. Ci sono 100 anni di manifesti, cartoline, locandine: vale la pena vederla”.

Più recenti

Overtime Festival, i colori dello sport al centro dell’undicesima edizione

Dal 6 al 10 ottobre Macerata ospiterà la rassegna nazionale del racconto, dell’etica e del giornalismo sportivo. Confermati tra gli ospiti firme del giornalismo...

Volley A3M: Videx, con Fano un buon test. Minnoni: “Con pazienza raggiungeremo i nostri obiettivi”

Ancora presto per chiamarle “prove generali” ma un primo assaggio di campionato la Videx lo ha offerto nel tardo pomeriggio di venerdì sul parquet...

A Macerata torna Il Barattolo

Tonano domenica 12 settembre a Macerata le bancarelle de Il Barattolo. Si potranno acquistare articoli di artigianato artistico, collezionismo, piccolo antiquariato, hobbistica e modernariato....

Artemigrante a Macerata tra acrobazie ed esibizioni

Entra nel vivo da stasera a Macerata “Artemigrante”, festival degli artisti di strada giunto alla XXII edizione, organizzato dall’associazione I Benandanti con il patrocinio...