Home A tavola Il sorriso nel Parco dei monti Sibillini

Il sorriso nel Parco dei monti Sibillini

Chiudete per qualche secondo gli occhi, immaginate di coricarvi a letto come tutte le sere dopo aver cenato con la vostra famiglia, magari avete litigato anche per qualche stupidaggine ed ora prima di chiudere gli occhi pensate a tutte le faccende che il giorno dopo dovrete fare.

Fissate il soffitto bianco elencando tutte le cose che vorreste cambiare delle vostra vita e chiudete gli occhi inconsapevoli che proprio la vita dopo qualche ora avrebbe cambiato voi.

30 Ottobre 2016 la terra che trema forte, una data incancellabile, una cicatrice insanabile che ha spaccato l’Italia centrale e che continua a sanguinare.

Una scossa di magnitudo 6.5 ha fatto cadere le certezze di moltissimi Italiani che nel giro di qualche istante si sono trovati senza più niente.

Macerie fatte di amore e sudore, macerie a cui tutti noi abbiamo assistito inermi davanti alla tv pregando che ad ogni mattone spostato qualcun altro si sarebbe salvato.

È proprio da questo scenario desolato che voglio partire perché è proprio dal deserto più assoluto che finalmente tra le crepe del dolore sboccia un bellissimo fiore pieno di speranza e colore : “Il sorriso nel parco” di Massimo e Rita Di Mulo.

Una domenica di sole mi avvio verso il Parco nazionale dei Sibillini ad Amandola in Via Calvaresi n 3 in provincia di Fermo, davanti ai miei occhi una spianata verde, mandrie di cavalli, mucche e pecore; Il monte Vettore fa capolino tra le nuvole, sembra di stare in paradiso.

Ad accogliermi una bellissima donna con occhi verdi come i prati che mi circondano e un sorriso che riscalda il cuore … è Rita Bertolone.

Mi racconta la sua vita, il terremoto che ha reso la sua casa inagibile e vive con la sua famiglia ancora a distanza di 5 anni dentro una Mapre (modulo abitativo), le stalle crollate sostituite da quelle verdi provvisorie e che suo marito Massimo, sosteneva non essere idonee per quelle montagne dove non solo la neve appare puntuale ed anche tanta, ma si fanno sentire anche le fortissime raffiche di vento.

Infatti nel Febbraio 2020 il forte vento ha spazzato via le stalle; sono allevatori di pecore Lacaune, razza francese con poca lana e destinate alla produzione di latte, che in Francia  usano per il famoso Roqueforte.

In quel periodo le pecore gravide stavano partorendo e gli agnelli purtroppo morivano di freddo, una grave perdita per l’azienda messa più volte in ginocchio.

In questi casi si ha voglia di mollare tutto perché il tunnel che si sta percorrendo si misura non in kilometri ma in anni. Sì, ben 5 durissimi anni.

Eppure Rita con il suo immenso sorriso e le figlie Laura e Debora, due ragazze come ci spiega che hanno deciso di lasciare due lavori sicuri per aiutare la mamma e si sono immerse in una nuova avventura.

Rimboccandosi le maniche hanno deciso di “Ricominciare”, partire non da zero ma sotto zero, ed hanno creato una mini baita dove non solo producono ricotta e pecorino, che in realtà facevano da 15 anni.

Hanno seguito un corso con la signora Rosanna De Vincentis, dell’Accademia della bontà del latte di Ascoli Piceno, che in 4 giorni dalla mattina alla sera, ha insegnato loro 10 tipi di lavorazioni.

Quindi ora hanno dei prodotti che in zona non esistono tipo: caciotta stracchinata, provola di pecora che fila come una mozzarella, formaggio pecorino che già facevano, crema di pecorino piccante adatta per paste e crostini, formaggio tipo taleggio e tipo brie a cui hanno dato i loro nomi, ricotta dolce delicata e cremosa.

Massimo invece si occupa della produzione di carne : arrosticini, bistecchine di lombata di pecora, ecc.

E’ il momento di salutarci, l’abbraccio viene spontaneo e stringo quella mano forte messa a dura provata dal grande lavoro, guardo quei grandissimi occhi verdi che hanno visto troppo eppure vedo una distesa di pace e serenità e che dire, il suo sorriso rimarrà impresso nel mio cuore, ora ho capito perché IL SORRISO NEL PARCO.

Mi raccomando… A breve, prossima apertura e tutti a far visita a quel magico luogo. Su Facebook seguite la loro pagina ed ammirate le loro specialità.

Sonia Iacchelli

Più recenti

I 1.000 del Pellegrinaggio Macerata Loreto 2022

Dopo due edizioni del Pellegrinaggio Macerata Loreto svolte in una maniera diversa e impensata, con un gesto proposto a porte chiuse da Loreto e...

Il Politeama di Tolentino celebra il suo quinto anniversario

Il 18 maggio 2017 si inaugurava il Politeama, centro d’eccellenza per le arti e la cultura che, a partire dalla città di Tolentino, si...

Conferimento della cittadinanza onoraria a Nicola Gratteri

Lunedì 23 maggio il Comune di Ancona conferirà la cittadinanza onoraria a Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro. La cerimonia si...

La Rappresentante di Lista, Manuel Agnelli e Drusilla Foer per l’estate di Fermo

L'estate è già nell'aria, non solo per le temperature molto elevate ma anche perché si iniziano a presentare i cartelloni degli eventi. Tra gli...