Home Eventi Teatro Michele Serra e le sue 8.000 opinioni conquistano Recanati

Michele Serra e le sue 8.000 opinioni conquistano Recanati

E’ andato in scena nel giorno di San Valentino al Teatro Persiani di Recanati, tra l’altro gremitissimo, lo spettacolo teatrale che lo scrittore, giornalista ed autore Michele Serra sta portando in giro per l’italia, L’amaca di domani, sottotitolo Considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca.

L’autore noto ai più come lo scrittore del corsivo quotidiano L’amaca su Repubblica ma anche per aver fondato la leggendaria testata satirica Cuore, apre il suo monologo con una riflessione sulle parole e sul loro uso potente, quanto a volte inutile e lezioso, che ne possono fare gli uomini. Bisogna invidiare gli animali che vivono più semplicemente la loro esistenza poiché non sono condannati a parlare?

Si spiega così la presenza sul palco di una mucca a grandezza naturale a cui ogni tanto l’autore si rivolge. Oltre ad essa c’è un leggio da cui parla Michele Serra, un carrello da trasporto con impilati ottomila fogli che richiamano le sue ottomila opinioni scritte nell’arco della sua rubrica. Un numero da guinness dei primati su cui, con grande autoironia, Serra ha scherzato a lungo.

Sullo sfondo panorami naturali di cielo e colline si alternano sull’onda del testo dello spettacolo. L’autore ricorda gli inizi della sua carriera tra mezzi e metodi di lavoro che nell’arco di trent’anni ormai ci appaiono davvero lontanissimi. Ripercorre la sua carriera all’Unità, a Repubblica ed a Cuore (di cui legge in rapida successione i titoli più indimenticabili), rispolvera opinioni, storie, battute caustiche che hanno costellato la sua scrittura, per notare poi che, a distanza di anni, una stessa “amaca” si potrebbe leggere domani e sarebbe ancora attuale. Riflette sul suo ruolo di scrittore sull’importanza che ha una sua opinione scritta in giornale di grande tiratura, ma allo stesso tempo le parole sono pubbliche ed a volte sono gli stessi lettori a fargli notare come, su un determinato argomento, si fosse già espresso in passato in modo opposto.

Lo spettacolo si è concluso con “l’anteprima mondiale” dell’Amaca (dedicata alle fibrillazioni di questi giorni all’interno della maggioranza di governo) che tutti hanno poi potuto leggere sulla Repubblica di questa mattina e le firme dei libri dell’autore nel Foyer del Teatro Persiani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Più recenti

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona riapre al pubblico il 29 maggio

A partire da venerdì 29 maggio alle ore 16, nel giorno del suo 27° compleanno, il Museo Tattile Omero riapre le porte al pubblico....

I Musei civici di Macerata riaprono sabato 30 maggio e gratis per tutti

I musei civici di Macerata, dopo il blocco per l’emergenza Covid-19, riaprono in sicurezza con ingresso gratuito fino al 30 giugno, solo nei fine settimana,...

La Galleria Nazionale delle Marche a Palazzo Ducale di Urbino riapre al pubblico il 28 maggio

La Galleria Nazionale delle Marche riapre le sue porte al pubblico dopo quasi tre mesi di chiusura forzata dovuta ai provvedimenti restrittivi adottati per...

Marche, lo stop forzato delle Pro Loco. La preoccupazione di Mario Borroni

A causa del coronavirus la maggior parte degli eventi organizzati dalle Pro Loco della Regione Marche sono annullati. Dal 24 febbraio nessun evento, delle...