Home Eventi Spettacoli L'Omaggio a Battiato illumina la notte di Macerata

L’Omaggio a Battiato illumina la notte di Macerata

All’interno della rassegna di arti performative Buon’Estate, nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi a Macerata si è tenuto domenica 10 luglio L’ombra della luce. Omaggio a Franco Battiato. Un omaggio al grandissimo cantautore sui generis molto ricercato, elegante, raffinato, minimalista e particolare visto che l’ensemble era composto soltanto da tre elementi: Claudia Fofi (voce) con Paolo Ceccarelli (chitarra) e Andrea Rellini (violoncello).

La Fofi, interprete e cantautrice umbra (di Gubbio per la precisione), più volte finalista a Musicultura proprio a Macerata, riesce nel difficilissimo compito di interpretare una delle voce più difficili nella storia della musica italiana, riuscendo nell’impresa di dargli un’impronta personale senza stravolgere i pezzi originali. La “mission impossible” ha letteralmente stregato la platea (non tutti i posti esauriti ma la presenza di persone è stata decisamente importante) che ha seguito la performance in un silenzio quasi religioso per poi tributare il giusto pieno di applausi alla fine di ogni canzone.

I musicisti Paolo Ceccarelli alla chitarra ed Andrea Rellini al violoncello invece riescono in un’altra impresa molto complicata: riarrangiare pezzi spesso eseguiti da orchestre e/o pieni di sintetizzatori (a secondo del periodo del repertorio eseguito) con solo due strumenti e ci si stupisce per la “pienezza” del risultato finale con soli due strumenti.

Anche la scelta del repertorio si è dimostrata vincente: un perfetto equilibrio tra pezzi più ricercati e sofisticati (tra gli altri da citare indubbiamente Come un Cammello in una Grondaia) ed altri più noti e facilmente “cantabili” (La Cura, Up Patriots to Arms, Povera Patria ed il bis che ha concluso la serata Cerco un Centro di Gravità Permanente).

Claudia Fofi, oltre che per l’ottima performance musicale, riesce ad intrattenere ed interagire nel modo giusto con il pubblico (categoria che tra l’altro vorrebbe cancellare per dare spazio ai “partecipanti” che infatti verso la fine della live fa interagire con un coro a più voci), senza eccedere nei tempi e con quel mix di minimalismo, ironia ed eleganza che sono stati anche gli ingredienti del lato musicale della serata.

Claudia Fofi
Claudia Fofi

Ad aprire la serata, prima dell’omaggio a Franco Battiato, è stato il poeta Luigi Socci con il reading delle suo opere dal titolo Regie senza Films. Una performance indubbiamente particolare ed eccentrica che però ha calamitato l’attenzione del pubblico negli intensi 15 minuti in cui è stato sul palco. La sua partecipazione è da ascrivere alla collaborazione per la serata con il Festival La Punta della Lingua – comuniCanti

 

 

Più recenti

Nuova Stagione per 4 Ristoranti – Quando arriverà il momento di Macerata?

Cominciata la nuova stagione da Domenica 27 novembre di 4 Ristoranti, l'oramai storica trasmissione Sky e TV8 che va in lungo e largo per...

L’ultima indagine del commissario Montalbano con Giovanni Moschella e Cinzia Pennesi al Politeama

Al Politeama l’ultimo romanzo di Andrea Camilleri mai visto in televisione. Giovanni Moschella con Cinzia Pennesi al pianoforte farà rivivere sul palcoscenico un inedito Commissario...

Volley A1F: la CBF Balducci HR si prepara all’incontro con il Volley Bergamo 1991

Torna al lavoro la CBF Balducci HR al Banca Macerata Forum, dopo due meritati giorni di riposo in seguito al tour de force che ha...

Elisabeth Nielsen, la straordinaria pianista danese, in concerto al Politeama

Elisabeth Nielsen è una talentuosa pianista danese, vincitrice di numerosi premi in prestigiosi concorsi internazionali.  In occasione del Master Piano Festival sarà protagonista al...