Home Eventi Fondazione Pergolesi Spontini e SubwayLab insieme per il Teatro

Fondazione Pergolesi Spontini e SubwayLab insieme per il Teatro

La Fondazione Pergolesi Spontini nonostante le attività teatrali al pubblico (tra cui le opere del cartellone lirico) sospese per effetto delle normative anti-contagio, non si è mai fermata, ed ha scelto di percorrere una via originale e innovativa, e di non proporre lo streaming di opere ‘tradizionali’ in un teatro vuoto:un prodotto nuovo, che racconta con leggerezza i luoghi del teatro, ora deserti, e i tanti lavoratori che rendono possibile la magia di uno spettacolo ad ogni apertura di sipario. Un modo originale, divertente e surreale, di raccontare il teatro e in particolare l’opera lirica, e il bisogno insostituibile di vivere, anche oggi, esperienze di bellezza.  La scelta nasce dall’esigenza di non sostituire l’esperienza “fisica” dello spettacolo dal vivo, che è incontro, socialità, comunità, ma al tempo stesso dal voler raccontare ad un pubblico ancora più vasto il teatro, i suoi spazi nascosti, il fermento creativo, le maestranze invisibili del palcoscenico e del “dietro le quinte”.

Si tratta di una nuova produzione che nasce in seno alla 53esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi, in una collaborazione tra l’ente culturale e SubwayLab di Jesi, società di produzione cinematografica e televisiva. Tra lirica e cinema, la nuova produzione a cui si è lavorato in questi giorni al “Pergolesi”, vede protagonisti l’attore romano Giovanni Scifoni, volto noto della tv e del teatro, artista dai mille talenti che sui social intrattiene i suoi fan con video irresistibili, e due cantanti lirici, il soprano Lucia Conte e il baritono Giacomo Medici. Con loro, anche, il maestro accompagnatore Carlo Morganti. Firma la sceneggiatura Stefano Valanzuolo, da un’idea di Cristian Carrara. La regia è di Andrea Antolini, Diego Morresi e Alessandro Tarabelli, fotografia di Diego Morresi, supervisione scenografica a cura di Benito Leonori, operatore e capo macchinista Leonardo Martellini.

Una narrazione originale, sviluppata con una metodologia tutta nuova, diventa pretesto per svelare al pubblico, in una sequenza fitta e sostenuta di accadimenti, i luoghi, anche quelli più nascosti, del “Pergolesi”, ed i molti riti e mestieri del teatro. Con la musica che scandisce i ritmi del racconto, e diventa colonna sonora di un hellzapoppin scoppiettante, sospeso tra video e palcoscenico.

  • ,

Più recenti

Volley A3M: Videx, che fatica!

Aci Castello si arrende al quarto set dopo un match complicato ed incerto fino alla fine (25-19; 20-25; 25-20; 28-26). Contava il risultato e la...

Volley A3M: Per la Videx c’è Aci Castello

Domani alle 20.30 il primo match interno del nuovo anno. Il 2021 in casa Videx è partito col piede giusto. La trasferta vittoriosa di Modica...

La Fondazione Pergolesi Spontini a sostegno del mondo dello spettacolo

La Fondazione Pergolesi Spontini ha accolto l’invito del Presidente dell’AGIS, Carlo Fontana, e ha deciso di firmare la petizione diretta alla Presidenza del Consiglio...

La WunderKammer Orchestra incorpora l’Associazione Danze Antiche

La WunderKammer Orchestra (WKO) di Pesaro e l’Associazione Danze Antiche-ADA di Milano, durante le loro assemblee, hanno approvato la fusione per incorporazione di ADA...