Home Eventi Arte Il Tempo Dello Sguardo | Nacciarriti in mostra al Palazzo Ducale di...

Il Tempo Dello Sguardo | Nacciarriti in mostra al Palazzo Ducale di Urbino

La rassegna “Il Tempo Dello Sguardo” | Dal 2 maggio al 9 giugno 2019, nella Grande Cucina dei sotterranei del Palazzo Ducale sarà allestita la 2° mostra della rassegna “Il Tempo Dello Sguardo”. Nell’allestimento, a partire dalle ore 18, si mostreranno lo opere dell’artista Andrea Nacciarriti. Dopo l’inaugurazione seguirà il buffet.

Il Tempo Dello Sguardo – Spazio K

Lo Spazio K nasce nel 2017 nella Grande Cucina dei Sotterranei del Palazzo Ducale di Urbino per volontà di Peter Aufreiter, direttore della Galleria Nazionale delle Marche | Palazzo Ducale di Urbino. Il suo intento è infatti quello di creare uno spazio permanente per l’arte contemporanea rivolto ai giovani artisti emergenti nati nelle Marche, o fortemente legati al territorio marchigiano, fuori dal circuito formativo.

Tempo Dello Sguardo – Artisti in mostra nella terza edizione

In questa edizione, a cura di Massimo Vitangeli, saranno in mostra Paola Pasquaretta, Andrea Nacciarriti, Daniele Bordoni, Luisa Mé, Paola Tassetti, Filippo Berta, Patrizio Di Massimo. Il Tempo Dello Sguardo è un  tributo a Georges Didi-Huberman e al suo saggio Davanti all’immagine.

Andrea Nacciarriti (1976) 

Nato a Ostra Vetere (AN). Vive e lavora tra Senigallia e Milano. Tra le principali mostre ha realizzato: Moroso concept for contemporary art, 5ª edizione 2017 Museo Etnografico del Friuli, Udine (2017). Torna alla terra, Galleria Studio La Città, Verona (2016). Tensioni strutturali #2, Eduardo Secci Contemporary, Firenze (2016). Natura morta – dimensioni variabili, Kunsthalle Eurocenter, Lana, Bolzano (2015).

Potresti ottenere la respirazione, open studio ISCP, New York (2015). VC30 | Passione caotica, Museo di Villa Croce, Genova (2015). LUX Le Fresnoy, Studio nazionale delle arti contemporanee, Cedex Tourcoing, Francia (2014). Roaming. Riposizionamenti, Fabbrica Rosa, Ex Harold Szeemann Archive, Maggia, Locarno (2014).  E le vele della nave, Centro Arti Visive, Fondazione Pescheria, Pesaro (2013). L’autorizzazione è contraria alla possibile, Nowhere Gallery, Milano (2013). Me Sunbathing in Beijing il 17 Marzo 2012, Zajia lab // Beijing project space, Beijing (2012). NEON (la materia luminosa dell’arte), ++, Roma (2012). No one knew what anyone else was doing…, CAB, Grenoble (2011). Keep the lights on…, Fondazione Pro Artibus, Ekenäs a Raseborg (2011). Premio Celeste, Museo Civico Archeologico, Bologna (2011). Crystallize, Galleria Franco Soffiantino, Torino (2010). Chronicle, installazione per l’anniversario del trentesimo terremoto dell’Irpinia, LAP Potenza (2010).

 

Come testimonianza degli eventi, alla fine del ciclo delle mostre, sarà prodotto e presentato un catalogo finale. Il catalogo raccoglierà dunque tutti i progetti realizzati, la documentazione della messa in opera degli allestimenti e le relazioni inedite create tra i linguaggi dell’arte contemporanea e gli storici spazi di P alazzo Ducale.

Informazioni e contatti

Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale di Urbino

Piazza Rinascimento n.13, Urbino (PU)

www.gallerianazionalemarche.it

galleria@gallerianazionalemarche.it

Phone +39 0722.2760   

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Più recenti

Simone Cristicchi a San Benedetto del Tronto

Simone Cristicchi fa tappa al Teatro Concordia di San Benedetto del Tronto con un doppio appuntamento. Le due date sono fissate per Lunedi 3...

Volley – A3/M: La Videx ruggisce: è semifinale

Prestazione da giganti a Santa Croce sull’Arno per i ragazzi di Ortenzi che superano una delle favorite del campionato di A2 in quattro set...

Il Sintomo della Fonte – A Cupramontana la mostra su Luigi Bartolini

Inaugurata a Cupramontana la mostra “Il sintomo della fonte” di Carlo Cecchi dedicata all’artista cuprense Luigi Bartolini. Nella suggestiva Sala Raul Bartoli. In contemporanea Bartolini...

UniMC: Nuovo direttore cinese all’Istituto Confucio

Cambio alla direzione dell’Istituto Confucio. Dopo oltre otto anni di servizio, il co-direttore cinese Yan Chunyou lascia il timone a Jia Xinqi, anche lui...